Rožaje

Dai un voto >

Benvenuti nella bellezza selvaggia

In un mare di foreste, andate alla ricerca delle tracce delle carovane dei popoli antichi.

Circondato da montagne ricoperte di foreste, nella valle del fiume Ibar, la cittadina di Rožaje si è formata nel settimo secolo.Non abbastanza indagati siti archeologici sono testimonianza dei tempi degli Illiri, dei Romani e dell'arrivo degli Slavi.Tra i più interessanti sono le abitazioni illiriche sul monte Brezovačko, le gradine dei monti Krstača, Bačevac, Sastanci a Bašča, Otaševo e Gospođin vrh (Vetta di nostra Signora) a Biševo.Per la sua posizione geografica, all'incrocio di varie vie di comunicazione, questa cittadina un tempo fu sede di molti ricchi commercianti, che nel 19simo secolo usavano dire «Anche se Costatinopoli bruciasse, Rožaje la ricostruirebbe».

A soli dieci chilometri dalla città si trova una la natura intatta.Il canyon dell'Ibar, così impervio, rappresenta una vera rarità naturalistica.L'intera valle di Rožaje è ricca di sorgenti, ruscelli, fiumi abbondanti di pesce ed anche di varie fonti minerali.Le montagne sono abitate da animali selvatici di varie specie.Tra le montagne che circondano Rožaje si trova la foresta di Hajla è un vero e proprio giardino botanico.

La regione di Rožaje è famosa per le erbe medicinali, i frutti di bosco, i funghi, i mirtilli dei quali se ne trovano in abbondanza, le fragole di bosco, le more, i ginepri, i lamponi..Da inizio primavera fino a tardo autunno si raccolgono i funghi come le morelle, i boletus, le lisičarka.